5-7 anni: giocare con l’atletica


Ci sono molti bambini che a cinque anni sanno prendere a calci una palla, altri sanno già nuotare, qualcuno riesce a pedalare in autonomia, pochi saltano la corda, pochissimi volteggiano su una trave, eppure ogni bimbo sano e attivo,Bimba a cinque anni è in grado di correre, di saltare e di lanciare un oggetto.
Nell’atletica si parte dalle competenze di base, quelle che già ci sono, per andare a migliorarle e per porre le basi per la costruzione di schemi sempre più evoluti e complessi.

Le finalità principali dell’attività in questa fascia d’età sono semplici:

–     favorire lo sviluppo graduale degli schemi motori di base attraverso i gesti fondamentali
del camminare, correre e saltare;

–     stimolare gli aspetti dello sviluppo intellettivo, emotivo, sociale e fisico

–     migliorare la percezione e la conoscenza del proprio corpo e del suo movimento nello spazio

 

 

 

29610670865_3ed36d2c78_cLo sviluppo delle abilità motorie si ripercuote positivamente su altri ambiti ,per esempio aiuta a sviluppare la capacità di individuare la sinistra e la destra rispetto allo spazio, consente la sperimentazione diretta dei concetti sopra-sotto (per esempio rispetto ad un ostacolo) oppure dentro-fuori (per esempio da un cerchio); si tratta di concetti apparentemente banali, tuttavia in una società in cui il gioco è divenuto sempre più tecnologico e sedentario tali competenze spesso vengono acquisite molto più tardi che in passato.

Lo stesso discorso vale per le capacità coordinative, intese come capacità di apprendimento motorio o come capacità gestire il movimento,  di modulare la forza di un gesto, di reagire ad uno stimolo visivo o sonoro, ma anche come  equilibrio, senso del ritmo o dell’orientamento; esistono delle fasi della vita particolarmente adatte all’acquisizione di queste abilità ed è molto importante offrire al bambino la possibilità di svilupparle in modo armonioso ed adatto alla sua età.

Per queste ragioni l’attività prevista è essenzialmente ludica ed ha come scopo principale quello di permettere ai bambini di scoprire ed esplorare il mondo dell’atletica leggera, di muovere i primi passi sulla pista, di fare i primi salti nella sabbia e di conoscere e gli attrezzi e gli strumenti: palle, cerchi, ostacolini, materassi, ecc. in modo piacevole divertente e nel rispetto dei tempi e delle capacità di ognuno.